Come si fa la polenta al forno

Piatto povero per eccellenza, tipico del Nord Italia, la polenta è facile da preparare. Bastano gli ingredienti giusti e un po’ di tempo. In questo articolo impariamo a fare la polenta al forno.

Anzitutto, gli ingredienti. Se ci tieni a mangiare sempre sano, scegli la farina di mais integrale, biologica, non OGM; l’ideale sarebbe quella macinata a pietra da non più di due settimane, più ricca di vitamine e di sali minerali. A differenza di tante altre, questo tipo di farina contiene una buona dose di fibra e pochi zuccheri – è un piatto ottimo per i diabetici. Inoltre, è facile da digerire.

La polenta è un piatto salutare e dietetico, è senza glutine, offre un grande senso di sazietà, è diuretica e non causa gonfiori addominali.

Questi sono gli ingredienti per due persone:

500 ml di acqua
1 cucchiaino di sale grosso
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
125 g di farina integrale biologica
30 g di Gruyere grattugiato
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparazione:

Prendi una pentola di medie dimensioni – o, se ci tieni a fare le cose in grande, un paiolo in rame adatto per la polenta -, riempila d’acqua e mettila sul fuoco a bollire. Versa il sale, l’olio e la farina. Mescola senza pause con una frusta per evitare i grumi. A metà cottura, al posto della frusta, prendi un cucchiaio di legno e prosegui la cottura a fiamma media. Il tempo di cottura giusto è indicato sulla confezione della farina – in genere, fra i 45 e i 60 minuti. Verso fine cottura, aggiungi il Gruyere.

Prendi due pirofile piccole, versaci la polenta e spolvera con il Parmigiano grattugiato. Accendi il forno sul grill e attendi finché sulla polenta si sarà formata una crosticina dorata. Servila calda.

Con la farina di grano saraceno è meglio

Puoi sostituire alla farina di mais quella di grano saraceno, più ricca di proteine, sali minerali, vitamine B ed E, aminoacidi. Inoltre, il grano saraceno è un buon depurativo: agevola l’eliminazione dei ristagni e, grazie a un glicoside, la rutina, rafforza i vasi sanguigni e migliora la circolazione.

La polenta fa ingrassare?

Molti pensano che sia un piatto nemico della dieta. Si tratta di un falso mito. La polenta, di per sé, ha meno calorie di un piatto di pasta: 80-130 kcal per 100 grammi, a seconda della consistenza: più è solida e più calorie contiene. In ogni caso, dipende tutto dall’abbinamento. Se la accompagni a carni, ragù, brasati e salsicce cotte nel burro diventa, ovviamente, più grassa. Ma se alla polenta unisci legumi, ricotta o miele, ecco che diventa una portata nutriente e completa.

È anche afrodisiaca!

Proprio così. La polenta stimola il desiderio sessuale. La polenta è l’unico alimento privo del triptofano, un aminoacido in grado di attivare la serotonina, ossia l’inibitore degli stimoli sessuali. Una sola controindicazione: non mangiare la polenta con il gorgonzola. Motivo? Il formaggio è ricco di triptofano.