Il Prosciutto di Parma in gravidanza: si può mangiare?

Tutte le mamme sanno che l’alimentazione in gravidanza va curata con attenzione. L’ideale è una dieta varia: carne, pesce, uova, latte e latticini, legumi, cereali e, ovviamente, frutta e verdura, che fanno sempre bene.

Fra i cibi da evitare ci sono pesci e carni crudi, o poco cotti, salumi insaccati compresi. Il rischio è quello di incappare in infezioni pericolose, come la toxoplasmosi.

Ma c’è almeno un’eccezione. Secondo Andrea Strata, professore di Nutrizione Clinica dell’Università di Parma, il Prosciutto di Parma è un alimento sicuro per le donne in dolce attesa.

Non esistono, infatti, assolutamente controindicazioni all’uso del prosciutto crudo durante i mesi della gestazione, in rapporto alla possibile trasmissione di un’infezione da toxoplasma.
Estratto tratto da www.analisicrudoparma.it

L’eventuale presenza nella carne suina della toxoplasmosi svanisce grazie alla particolare lavorazione del Prosciutto di Parma. Rispetto alla maggior parte degli altri salumi italiani non cotti, la carne suina per la realizzazione del Prosciutto di Parma viene conservata fin da subito in ambienti a bassa temperatura (fra 0 e 4°C), per un periodo di almeno tre mesi. Già in questa fase, la sopravvivenza di agenti infettanti è da escludere. La salagione e la stagionatura sono altrettanto importanti per garantire la salubrità del Prosciutto di Parma. Ogni coscia suina viene trattata con una quantità tale di sale – 6% del peso del prodotto fresco – tale da rendere del tutto impossibile la sopravvivenza del parassita della toxoplasmosi. La stagionatura del Prosciutto di Parma, poi, deve essere di almeno 12 mesi, periodo più che sufficiente per scongiurare qualunque sopravvivenza dell’agente toxoplasmosico.

Insomma, care mamme, se volete addentare un bel panino con il Prosciutto di Parma, potete farlo senza problemi. Qualche piccola accortezza, però, è sempre d’obbligo. Acquistate il Prosciutto di Parma DOP, quello vero, con la corona a cinque punte e i marchi del Consorzio di Tutela. Scegliete solo venditori di fiducia, quelli che conoscono veramente il prodotto. Evitate di mangiare prosciutti crudi nostrani o fatti in casa. Seguite queste semplici indicazioni per godervi qualche buona fetta di Prosciutto di Parma. Buon appetito!

Attenzione: le informazioni contenute in questo articolo non intendono e non devono sostituire le indicazioni di alcun medico o professionista della salute.